Cuntala! Io faccio l’ostetrico e tu fai la sindaca!

24 febbraio 2014 § 1 Commento

 giovanna alborghetti

éUn mazzo di carte colorate e le differenze, soprattutto di genere, smettono di essere argomento di discussione, teoria, presa di posizione e diventano gli strumenti di un gioco, diventano linguaggio per raccontare storie e il linguaggio, come diceva Vigotskij, cento anni fa, costruisce il pensiero.

Barbara Imbergamo vive a Firenze, è socia di Sociolab e ha lanciato “Cuntala”, il suo progetto, con un crowdfunding che ha raccolto in pochissimo tempo una cifra maggiore di quella che serviva per realizzare le 44 carte. “Cuntala” racconta un mondo in cui tutti e tutte possono fare il mestiere che vogliono, in cui le famiglie sono anche multiculturali e anche omosessuali, i bambini e le bambine non vivono in castelli fantastici, non frequentano principi e principesse e sono colorati come la giraffa, il frullino e l’aereo.

Quello che mi piace più di tutto è proprio questo farsi strumento semplice dei molti concetti e delle molte idee che hanno originato il progetto. Per contrastare e combattere gli stereotipi, soprattutto quelli sessuali così striscianti e diffusi, così facili a nascondersi e a mimetizzarsi, un modo certamente efficace è quello di trasformarli in oggetti con cui giocare, facendo diventare le differenze non più soltanto problemi da affrontare, ma pezzetti di un gioco, frammenti di storie.

Diceva Bruner, che gli uomini e le donne pensano per storie e raccontare storie è la più antica e la più educativa attività di scambio fra gli esseri umani. Scambiarsi storie o costruirle insieme amplia il linguaggio, esprime i pensieri e li condivide, rende possibile ciò che abbiamo solo immaginato, dice molto di ciascuno di noi, è come fare un disegno con le parole, come tessere la trama di un tessuto.

La pubblicità dice: «Combattere gli stereotipi di genere e rendere il mondo un po’ più equo non è mai stato così divertente: sostenete “Cuntala” e giocate le vostre carte insieme a noi!».

Ormai “Cuntala” è una realtà: si compra in libreria e ci giocano i bambini

Annunci

§ Una risposta a Cuntala! Io faccio l’ostetrico e tu fai la sindaca!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Cuntala! Io faccio l’ostetrico e tu fai la sindaca! su humus.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: