Viva la scuola

22 marzo 2015 § Lascia un commento

éLa scuola dovrebbe fornire ai futuri cittadini strumenti per capire e competenze per maturare un giudizio sulla società e «non dare un’istruzione puramente funzionale ai modelli economici». Dice Giorgio Morale e aggiunge: «Dovrebbe riuscire a suscitare domande chiave quali: Ci sono modi per accrescere la qualità della vita del maggior numero di persone invece che il fatturato di imprese? Si può tornare a un modo di produrre su scala ridotta e integrata che tenga conto delle finalità sociali di quel che si fa? Ci possono essere lavori che permettono di soddisfare più dimensioni e più bisogni umani e non solo quello economico? Possono esserci lavori che soddisfano bisogni umani senza stravolgere l’ambiente naturale?».

Nella puntata di vivalascuola (https://lapoesiaelospirito.wordpress.com/2015/03/09/vivalascuola-191/), Giuseppe Caliceti, Francesco Ciafaloni, Marilena Salvarezza, Marco Carsetti, Andrea Toma, intervengono su quale formazione sul lavoro è bene che la scuola dia a ragazze e ragazzi, «anziché prodigarsi, come vorrebbe chi ci governa, per creare manovalanza a basso costo al servizio dell’azienda. O addirittura lavoro gratuito, come pretendono adesso per Expo».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Viva la scuola su humus.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: